News e aggiornamenti dal Comitato Promotore del Premio

Comunicato Stampa - Cerimonia Fase Finale Internazionale - 24 Novembre 2015 - Istituto Italiano di Cultura – Palazzo Italia– – Salone Benedetto Croce – Marcelo T. Alvear 1119 - Buenos Aires

Cerimonia di premiazione della sessione internazionale dell’Edizione 2015 trasmessa in diretta televisiva dal canale web www.BAiresUNO.tv e Messaggio del Comitato Promotore del Premio Internazionale ProArte

Premio Internazionale Pro Arte

Il tema di riferimento per le candidature di idee progettuali per l’edizione 2015 “Cultura: il ruolo dei Giovani nei Comuni Italiani e nelle storie di viaggi e di emigrazione. L'Italia, protagonista dell'economia di molti Paesi attraverso l'Industria Culturale”.

Premio Speciale per la Sessione Internazionale (2008 - 2009 - 2010 - 2011 - 2012 - 2013 – 2014 - 2015): Medaglia del Presidente della Repubblica Italiana per i Giovani.

Edizioni 2011 - 2012 - 2013 - 2014: realizzate con l'Adesione del Presidente della Repubblica Italiana.

Il Premio Internazionale ProArte è stato realizzato con il Patrocinio e la Collaborazione del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale della Repubblica Italiana.

Una speciale sezione è stata dedicata alle idee progettuali di Giovani di origine italiana che vivono in Argentina che prevedano l'interazione e lo sviluppo di attività con Giovani italiani: un'iniziativa tesa alla riscoperta delle proprie origini caratterizzanti la propria identità per tramandarle alle future generazioni.

Dopo il saluto di Benvenuto da parte di Maria Mazza, Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura a Buenos Aires, Michele Viola, Coordinatore del Premio Internazionale ProArte, ha presentato l’edizione 2015 del premio ed ha introdotto i vari ospiti (sia presenti in sala che collegati dall’Italia).

Dopo la lettura del messaggio del Comitato Promotore e la presentazione della Medaglia del Presidente della Repubblica Italiana destinata alla idea progettuale selezionata e vincitrice, sono stati eseguiti gli inni nazionali dell’Argentina e dell’Italia.

Ha fatto seguito la Presentazione delle Idee Progettuali a cura dei Giovani argentini selezionati tra le candidature inviate da tutta l'Argentina, sia da singoli che da associazioni. 

1) Elin Rodríguez  - Vénetos de Entre Ríos Asociación Civil
Località di provenienza:
PARANA’
Titolo Idea Progettuale:
ENRAIZADOS DE VIDA

2) Julian Miguel Ovando Salemi
Località di provenienza: SANTA FE
Titolo Idea Progettuale: SCUOLA PER BANDA DI GIOVANI

3) Irina Solomonoff  
Località di provenienza:
BUENOS AIRES
Titolo Idea Progettuale:
PUERTO ITALIA

4)  Angel La Fata
Località di provenienza: ROSARIO
 
Titolo Idea Progettuale: RADIO CITY ITALIA TV

E’, poi, intervenuto Carmelo Lentino, Consigliere Vicario del Forum Nazionale dei Giovani, con delega alla cultura, turismo e territorio, tra i fondatori del FNG: “Sono particolarmente contento che negli ultimi anni il comitato promotore abbia deciso di abbinare la sezione internazionale ai paesi che sono stati destinatari dell'emigrazione italiana, e che negli anni ci abbiano accolto: gli Stati Uniti d’America, l'Australia  e l'Argentina quest'anno e che nel 2016 ci accogliera’ il Canada. Questa scelta è ancora più importante in un momento tanto delicato per l'Italia, per l'Europa e per il Mediterraneo tutto. Le immagini di ciò che è successo in Francia, pochi giorni fa, sono vive in ciascuno di noi. Giovani, di molte nazionalità, tra cui la nostra connazionale Valeria Solesin trucidati barbaramente in luoghi di cultura o mentre vivevano la quotidianità. La cultura, in tutte le sue forme, dovrebbe essere il simbolo dell'integrazione. Lo testimoniava bene un video che abbiamo visto pochi minuti fa. Ecco perche´ penso che noi abbiamo il dovere di accogliere e di favorire le politiche di integrazione culturale e social. L’Italia è il paese in cui è presente la maggior parte del patrimonio artistico e culturale mondiale. Per le stime attuali si tratta di oltre il cinquanta per cento. Il nostro è un territorio ricco di testimonianze e bellezze artistiche e archeologiche, non vi è provincia e regione che non presenti un museo, un monumento artistico, un’area archeologica da ammirare. Non solo nelle città d’arte, quindi, ma sull’intero territorio nazionale. La creazione di un sistema culturale e turistico integrato faciliterebbe la trasformazione delle nostre tradizioni e del nostro patrimonio nella prima risorsa economica. Ed invece viviamo il paradosso che molti stranieri sono maggiormente a conoscenza del nostro patrimonio culturale rispetto ai nostri stessi concittadini. Partono da questa considerazione l'attività ed i progetti che in questi anni stiamo portando avanti, con l'obiettivo di creare rete, di costruire - anche nel mondo dell'associazionismo - un team di organizzazioni e di persone che possano favorire un nuovo percorso di rilancio del settore culturale. Perché realizzare un "sistema" turistico e culturale non vuol dire soffermarsi alla semplice attività istituzionale, ma vuol dire riunire attorno ad un tavolo tutti gli operatori del settore. La cultura e l'arte si coniugano perfettamente con le politiche per i giovani. Il Premio Internazionale ProArte, ascolta i giovani e li aiuta a realizzare i suoi progetti. Grazie ragazzi per le emozioni che ci avete trasmesso, in questi anni visitare ed incontrare nel mondo le comunità italiane è stato un privilegio. Non dobbiamo mai dimenticare che esiste un'altra Italia fuori dall'Italia, un'Italia che ha portato in alto i valori e le tradizioni del nostro popolo.

A conclusione del suo intervento, ha invitato a raggiungerlo S.E. Teresa Castaldo, Ambasciatore d’Italia nella Repubblica Argentina a cui ha consegnato ufficialmente, la Medaglia del Presidente della Repubblica.

L’Ambasciatore, dopo aver ricevuto la Medaglia ha proclamato il vincitore della sessione internazionale del Premio ProArte ed è intervenuta per portare il saluto dell’intera delegazione diplomatica italiana presente in Argentina dichiarando che per lei tutti i candidati selezionati per la fase finale sono da considerare vincitori. Ha, inoltre, confermato il proprio personale supporto e coinvolgimento per lo sviluppo della idea progettuale vincitrice e per l’avvio di una intensa interazione e collaborazione tra i Giovani e le altre realtà associative presenti sul territorio. "E' stato motivo - ha detto - di particolare soddisfazione avere saputo della decisione del Comitato Promotore di dedicare l’edizione 2015 all’Argentina, aver avuto l'onore di ospitare presso l’Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires la fase finale dell’edizione 2015 del Premio ProArte e poter consegnare la medaglia del Presidente della Repubblica al vincitore. A conclusione del Suo intervento, ha consegnato la Medaglia del Presidente della Repubblica al Vincitore della Sessione Internazionale del Premio ProArte 2015, Elin Rodríguez della Vénetos de Entre Ríos Asociación Civil per l’idea progettuale ENRAIZADOS DE VIDA

Il coordinatore dei lavori ha invitato il direttore dell’IIC Maria Mazza, Gino Salvatori, e Michele Centorrino del Forum Nazionale dei Giovani a raggiungerlo per la consegna degli Attestati.

Si è, quindi, proceduto alla consegna degli Attestati per gli altri candidati selezionati ma non vincitori, a cui e’ stato dedicato un Premio Speciale per l’originalita’ e la validita’ delle idee progettuali. Questi ultimi, che hanno subito legato tra loro e partecipato con grande emozione, hanno espresso la volonta’ di collaborare per sviluppare le proprie idee progettuali interagendo tra loro con il coordinamento del Comitato ProArte:

Dall’Italia è intervenuto, in collegamento skype, Paolo Avezzù, Presidente del Consiglio Comunale di Rovigo e Consigliere Nazionale ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) che ha portato il saluto del Presidente Nazionale dell’ANCI ai presenti, sottolineando e confermando la vicinanza ed il supporto ai Vincitori della sessione internazionale del Premio ProArte da parte della rete degli oltre 8000 Comuni Italiani.

Da Matera (Capitale Europea della Cultura2019) si e’ collegata la Giovane Stefania Sonia Malvasi, gia’ premiata lo scorso Giovedì 04 Giugno presso la Sala Presidenza dell’ANCI di Roma per la sessione nazionale dell’edizione 2015 del Premio ProArte ed ha presentato i risultati raggiunti sinora con l’idea progettuale dal titolo “Cultura e Turismo per far lavorare i Giovani nei propri Comuni: collaborando con i coetanei emigrati e utilizzando il proprio patrimonio culturale come opportunità” – acronimo “CulTurperGioCo”, le attivita’ del Forum Culturale Internazionale WHYSEE2000 gia’ realizzato lo scorso settembre a Matera ed l’omonimo format televisivo ideato, realizzato e prodotto da soli Giovani per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale dal 2016 in onda su alcuni canali nazionali di Italia e Bulgaria (Matera, per l’Italia, e Plovdiv, per la Bulgaria, saranno Capitali Europee della Cultura nel 2019) –sono stati proiettati alcuni filmati riassuntivi delle attivita’ realizzate.

Per l’iniziativa abbinata al Premio Internazionale ProArte “L’ALTRA ITALIA PER L’INDUSTRIA CULTURALE”, Operazione di Fiducia sono stati consegnati Attestati pe il concreto supporto allo Sviluppo del Dialogo Interculturale e la Condivisione di Idee Progettuali tra i Giovani Italiani ed Argentini ad Irma Rizzuti, Presidente della FACA, Arturo Curatola, Vicepresidente della Camera di Commercio Italiana nella Repubblica di Argentina, Tullio D. Zembo, Direttore de L’ITALIANO, Ricardo Canaletti, giornalista della rete tv nazionale ARTEAR, Dino Novello, Imprenditore del Turismo e Vice Console Onorario di Italia a Santa Fe, Francesco Vernata, Direttore di BAiresUNO.tv e corrispondente per Rai Italia, Giuseppe Sommario ed Agnese Gallo, Giovani italiani impegnati in Argentina con progetti per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale e, per la molto gradita collaborazione sono stati consegnati attestati a S.E. Teresa Castaldo, Ambasciatore d’Italia nella Repubblica di Argentina, a Maria Mazza, Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires. Sono stati, infine, conferiti attestati anche alle sedi dell'Ambasciata della Repubblica Italiana e dell'Istituto Italiano di Cultura nella Repubblica Argentina quale sentito ringraziamento rivolto all'intera Rappresentanza Diplomatica italiana operante nella Repubblica Argentina.

Prima della conclusione Carmelo Lentino ha letto il messaggio del Capo Dipartimento della Gioventu’ e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Cons. Calogero Maucieri, giunto nel corso dei lavori trasmessi in diretta televisiva dall’emittente web BAiresUNO.tv

I lavori si sono conclusi con la presentazione dell'edizione 2016 la cui sezione internazionale sarà dedicata alle idee progettuali dei giovani del Canada.

MESSAGGIO DEL COMITATO PROMOTORE PREMIO INTERNAZIONALE PROARTE PER L'EDIZIONE 2015

Quanto vale l’ascolto?

Quanto e´importante saper ascoltare per poter creare quel clima di fiducia reciproca, di rispetto, di attenzione che facilita (anche) le relazioni?

Il Premio Internazionale ProArte nasce per ascoltare i Giovani incentrando l’attenzione sulle loro aspirazioni e trepidazoni, per stimolare lo sviluppo di nuove progettualità e la nascita di nuove realtà produttive di Giovani, favorendo la crescita dell'economia locale, nazionale ed internazionale grazie all'Industria Culturale.

Il Premio Pro Arte intende per far fronte ai nuovi bisogni sociali, culturali dei Giovani, per cercare di far emergere queste nuove esigenze, collegandole alle risorse disponibili per creare nuove opportunità di lavoro nell'Industria Culturale e valorizzare l'Identità e la Storia dei Paesi di provenienza.

Il Premio è rivolto a giovani tra i 18 e i 35 anni (riuniti anche in associazione, purchè la maggioranza dei soci abbia un'età compresa nella fascia su indicata) candidati con idee progettuali mai strutturate sotto forma di progetti.

Per l'edizione 2015, concomitante con l’Anno dell’Italia nell’America Latina, il tema di riferimento per le candidature delle idee progettuali è il seguente: "Cultura: il ruolo dei Giovani nei Comuni Italiani e nelle storie di viaggi e di emigrazione. L'Italia, protagonista dell'economia di molti Paesi attraverso l'Industria Culturale".

L’edizione 2015 intende, quindi, rendere consapevoli i Giovani di quanto la “nostra” Italia sia vera, mite e autorevole, intraprendente e rispettosa, capace di entrare in casa d’altri chiedendosi, innanzitutto di cosa interessa parlare, su quali temi cerca un dialogo colui che ci ospita. E non e’ forse il senso dell’ospitalita´, nelle due direzioni, una delle caratteristiche piu’ durature, riconosciute ed aprezzate dell’italianita’ ???

Proprio la ricerca di un terreno di idealita’ condivise e di aspirazioni convergenti e’ cio’ che rende piu’ facile, piu’ vera, la rilevazione delle aree di interesse comune, di reciproco e vantaggioso scambio tra due Paesi molto lontani geograficamente eppure assai vicini nella sostanza profonda.

Attraverso il Premio Internazionale ProArte i Giovani possono far recuperare “reputazione” all’Industria Culturale, per dirla come direbbero Macchiavelli e Thomas Hobbes, consapevoli che se volessero davvero cambiarla agli occhi del mondo, dovrebbero riuscire a mantenere in equilibrio il perseguimento dei propri interessi economici nel mondo e lo status di Giovani responsabili, capaci di farsi carico della propria quota di responsabilita’ nella salvaguardia del proprio patrimonio culturale e per vedere, finalmente un riflesso al quale ispirarsi e del quale andare fieri.

APPUNTAMENTO ALL'EDIZIONE 2016 DEDICATA AI GIOVANI DEL CANADA.

Per contatti: comitato@premioproarte.eu 

 

 


.........



Edizione 2017 per Giovani Italiani e Giovani Svizzeri uniti dalla propria italianità.

 

Con il Patrocinio di:




 

A partire dall'edizione 2014 al Premio Internazionale ProArte è abbinata la campagna L'Altra Italia per l'Industria Culturale - Operazione di Fiducia del Circuito Etico Internazionale Pro Arte

 


Partners ufficiali per la sessione internazionale dell'edizione 2017 dedicata alla Svizzera


Ideatore del progetto:Circuito Etico Internazionale Pro Arte

Organizzazione: AIG

Comitato promotore: ANCI
FORUM DEI GIOVANI